.
Annunci online

 
progettocave 
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  BLOG DEMOCRATICI
DEMOCRATICI CAVE
PROGETTOPRAENESTE
Margherita online
L'Ulivo
Margherita Roma
Margherita Lazio
Guido Milana
Europa Quotidiano
Libera - contro le mafie
I RAGAZZI DI LOCRI CONTRO LA MAFIA
la rete dei giovani
margo'
UlivoRoma
***CAVEINROCK FESTIVAL***
Ass. Genitori
  cerca


 




BENVENUTI SU
PROGETTO CAVE
UNO SPAZIO GIOVANE
E APERTO PER COSTRUIRE 
la Cave democratica

CONTATTI:
Tel.: 327 9085322
Oppure scrivi a:
 prog.cave@libero.it
per inserire il
tuo commento
invia una e-mail o
un sms

____________________





    QUESTO BLOG DICE NO 
      ALLA PENA DI MORTE



____________________


L'Italia ripudia le mafie: NON LASCIAMOCI SOLI - www.ammazzatecitutti.org

Lifestyle:

 

 

 

 

 

letture:     Il Cacciatore
di aquiloni
               Hosseni Khaled

letture:     Autosole
                Carlo Lucarelli











              news:

la Repubblica.it






___________________________
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica
poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Quindi non
può considerarsi un prodotto editorialeai sensi della
legge n. 62/2001.
Dichiaro di
non essereresponsabile per i commenti
inseriti nei miei post. Eventuali commenti dei lettori,
lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze,
non sono da attribuirsi a me,
nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima
o criptata.Le immagini pubblicate sono quasi tutte
tratte da internet: qualora il loro uso violasse i diritti
d'autore
, comunicatemelo immediatamente
così provvederò subito alla loro rimozione dal mio blog.





 

 


 

Diario | PRIMO PIANO | VERBA MANENT | PROGETTOCAVE - SPAZIO GIOVANI |
 
Diario
51285visite.

9 maggio 2013

TRASLOCO....


PER MOTIVI TECNICI CI TROVIAMO COSTRETTI A POSIZIONARE IL BLOG SU UN NUOVO SPAZIO WEB.
DI SEGUITO IL COLLEGAMENTO:




permalink | inviato da admin54 il 9/5/2013 alle 16:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 maggio 2013

PROGETTOCAVE CORAGGIO E CAMBIAMENTO

Unamaro calice, l’ennesimo amaro calice costituito da un bicchieremezzo vuoto e mezzo pieno, questa è la sensazione che abbiamo quandopensiamo alle vicende della politica nazionale, con un Governo Lettacostituito da una alleanza del tutto inedita, che da la sensazionedella gravità del momento e della crisi economica. Il PartitoDemocratico deve ripartire adesso per un avveniremigliore.
L’incaricoa Letta arriva dopo cinquanta giorni di passione, ansia, paura,tradimenti, incertezze e incongruenze che hanno messo il PD inseria difficoltà. Nei cinquanta giorni di passione il partito haricevuto critiche ed ha fatto autocritica rischiato l’implosionealmeno in tre quattro momenti, ora deveriprendere quota e ossigeno. Il governo di larghe intese, non è ilmigliore degli affari e temiamo molto i possibili ricatti del PdL, madiamo atto al dimissionario segretario Pierluigi Bersani di averfatto di tutto per arrivare ad una alleanza PD – 5stelle dopo aververificato che i numeri per un governo di centrosinistra (PD – SeL)non erano assolutamente presenti al Senato.  Daparte nostra, nonostante le difficoltà accogliamo il governo Lettacon speranze e positività, anche perché pone le basi per uneffettivo rinnovamento dei quadri puntando sia al fattore anagraficoche a quello del MERITO, tanto caro a noi di questo blog. 
Letta,nonostante l’età ha dalla sua un pedigree di tutto rispetto:dicasteri come quelli delle politiche comunitarie vicesegretario delconsiglio dei ministri, e vice di fatto dell’ex segretarioBersani.
Oraci auguriamo che dall’assemblea nazionale del PD di sabato si escacoesi, pronti a fare le riforme necessarie a partire da quellaelettorale, avviare delle manovre shock per far riprendere subitol’economia e rinegoziare almeno in parte la durezza delle manovreeconomiche made in UE. 
Sappiamobene che lo sgambetto del PdL è dietro l’angolo. Dover condividereil governo con il giaguaro che in origine doveva essere smacchiatonon è il massimo, ma per ora non si può aver di più.
Duedoverose parole vogliamo ancora spenderle per Pierluigi Bersani, cheavrà sbagliato campagna elettorale avrà confinato Renzi forte delquaranta per cento delle primarie in un ruolo marginale, avrà fattoerrori seguiti da altri errori, ma non è la sola causa di tuttiquesti risultati c’è una intera classe dirigente che ha sbagliatoe che non ha valorizzato gli elementi migliori del partito, noivogliamo che si cambi strada senza guerre interne e senza scissioni.Per noi resta prioritario un rinnovamento attraverso un CONGRESSOaperto che punti a riavvicinare il vertice alla base, ai dirigentilocali e agli elettori esasperati. 
Ribadiamoinfine (ancora una volta) che è necessario prima di tutto darespazio al fattore “MERITO”, a tutti i livelli, anche perché ilcittadino chiede spiegazioni alla dirigenza locale anche per questioni non legate alla politica cittadina e sicuramente trova persone molto più in gamba e responsabile per esempio di quei famosi #101traditori che hanno votato contro Romano Prodi.
Per favorire ilpercorso legato al nostro territorio noi puntiamo a creare unmovimento vasto, in grado di ria
llacciare il filo con quel mondo dicentrosinistra che anche a Cave non si sente rappresentato ma chechiede di essere preso in considerazione. L'esigenza di un partito veramente aperto e capace di leggere i segnali di una nazione, di un territorio e di una città sempre più in movimento a questo punto è una emergenza e noi ci mettiamo tutto il nostro entusiasmo per dare una risposta concreta, come abbiamo sempre fatto ma anche con più coraggio.




permalink | inviato da admin54 il 7/5/2013 alle 11:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 marzo 2013

Progetto Cave: istruzioni per l’uso

Di Alessandro D'Uffizi

Di questi tempi la politica è un’arte che va maneggiata con estrema cura, con sapienza e voglia.
A Cave piccolo comune a quaranta Km dalla capitale un gruppo di giovani ha iniziato a rimboccarsi le maniche e a darsi da fare , proprio con la politica.
Infatti esistono due modi per fare qualsiasi cosa: bene e male, ma è doverosa una precisazione esiste anche la terza via: non fare nulla.
Così nell’ambito politico assistiamo a teatrini inutili di persone che non fanno nulla.
A Cave come già detto dei giovani si sono riuniti, hanno parlato e hanno lanciato un progetto, carico di entusiasmo e di voglia: Democrazia Viva Progetto Cave.
Nella politica contemporanea si parla, si discuta si blatera. Si parla così tanto che le parole riempono le stanze fino a creare castelli, che è inutile dirlo alla prima ventata crollano, impossibilitati a vivere oltre le loro ipocrisie.
Noi di Democrazia Viva Cave portiamo avanti un’altra visione, quella del fare dello stare per strada dell’ascoltare, dello scegliere insieme e non per tutti.
Di lavorare in silenzio con pazienza, e non importa se i risultati non arrivano subito, con l’impregno tutto arriva.
Quindi apriamo a tutti coloro che si vogliono impegnare a fare e non a lamentarsi a vuoto.
A quelli che vedono la politica come una linea di bene comune che possa far del bene al paese in questione , Cave e a tutti i paesi che ritengono sia questa la struttura adatta.
Le nuove sfide non ci spaventano!




permalink | inviato da admin54 il 14/3/2013 alle 13:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

9 marzo 2013

ProgettoCave dialogo e chiarezza.

Ci fa davvero piacere, l'interesse che si sta sviluppando in questi giorni intorno a “PROGETTO CAVE”, il nostro  gruppo di lavoro ha ottenuto un buon successo elettorale alle ultime elezioni regionali, Domenico Moselli è una delle preferenze più votate in città. Occorre ora fare alcune precisazioni al fine di intraprendere un percorso che porti le forze a noi vicine, ed in particolare il Partito Democratico in cui la stragrande maggioranza di noi si riconoscono, a rinnovare e riformare la città di Cave attraverso gli strumenti della politica partecipata.

Parleremo di futuro con quelle realtà sociali e politiche che hanno a cuore la voglia di cambiare CAVE e che hanno nel proprio DNA la voglia di costruire una Cave orientata al BENE COMUNE. Ci preme inoltre precisare che non ci sono le condizioni per aprire un dialogo con chiunque non si riconosca nei valori fondanti della nostra Costituzione, in secondo luogo ci preme evidenziare e rimarcare fermamente che il nostro progetto non ha nulla a che fare (ed è temporamente precedente come si può notare dalle date del blog) con iniziative analoghe che portano lo stesso nome. Confidiamo sul buon senso di chi ha utilizzato il nome di "progetto cave" successivamente a noi, al fine di evitare spiacevoli incomprensioni che possono arrecare solo danni da entrambe le parti.




permalink | inviato da admin54 il 9/3/2013 alle 13:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

4 marzo 2013

Progettocave IMMAGINA, è successo!

Immagina una regione che improvvisamente cambia rotta e inizia a premiare chi merita, immaginalo....è successo nel Lazio!


Immagina una città storicamente legata al centrodestra ed in cui i candidati del PdL hanno sempre fatto il pieno, cambiare rotta e premiare chi merita....immaginalo.....è successo a Cave!
Immagina una provincia in cui una rete di ragazzi, sceglie un bravo sindaco, giovane e in gamba e sceglie di sostenerlo per una battaglia complicatissima, immaginalo ..... è successo con Domenico Moselli, che ha ottenuto più di 8.100 voti. Tanti, ma non sono bastati, però sappiamo che sono solo l'inizio di nuove battaglie politiche a partire proprio da quei 149 voti di preferenza, ottenuti a Cave, una delle preferenze più alte,  grazie ad una energica e innovativa campagna elettorale, senza cene ma con tanti incontri nelle case e nei locali.
Noi siamo così, come Domenico, uno di noi, che ti fa capire che si può parlare di cambiamento di nuove vie e di una nuova Italia senza urlare, senza sbraitare e senza far politica in campagna elettorale permanente.
Siamo qui a dirvi che con il nostro stile, rilanciamo e proseguiamo, ci aspettano nuovi appuntamenti elettorali con le europee, le amministrative e tanti progetti che faranno crescere la nostra città e che al momento giusto tutti conosceranno e apprezzeranno.
Ci riconosciamo nel Partito Democratico, da veri riformisti abbiamo il coraggio di dire che bisognava vincere bene ed invece non è successo, a livello nazionale. Di questo momento complicato facciamo tesoro e visto che siamo tutti under 40 ci permettiamo di dire, che vogliamo dare una chance al paese e per farlo continueremo ad usare la rete e gli incontri, con l'ambizione di dire la nostra a tutti i livelli.

Il nostro movimento continua a crescere, abbiamo cercato consenso nei luoghi più difficili, senza percorrere strade già troppo battute e  forse anche perchè ci contraddistingue il livello umano. E' sempre bello trovare qualcuno di vero, che negli occhi ha il fuoco e la voglia di dare e fare per questo paese e per la sua comunità.
Quella per Moselli è stata una campagna elettorale, pulita, esaltante e piena di contenuti, per questo abbiamo avuto tanto consenso e noi così continueremo, coscenti che dobbiamo sempre migliorare.




permalink | inviato da admin54 il 4/3/2013 alle 20:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

22 febbraio 2013

PROGETTO CAVE sceglie il PD e Moselli

C'è sempre stata un'Italia migliore. Un'Italia avida, ma di conoscenza e di voglia. Bramosa si ma solo di migliorare la condizione di tutti.
Nel difficile dovere, quello che tra poche ore porterà un'intera nazione al voto, nella Regione Lazio si può e si deve dar credito a quest'Italia che c'è sempre stata e che non è uguale alle altre!
Una Italia che sta lavorando per arricchire il paese di idee di lavoro, di diritti e opportunità per tutti, indipendentemente dal censo. L'ITALIA GIUSTA, quella in cui crediamo con il segretario Bersani è un partito unito che vede sempre Matteo Renzi insieme al nostro candidato premier, quella che riempie le piazze, quella che difende il lavoro e l'ambiente, quella che alle primarie ci ha fatto scegliere i nostri parlamentari, si costuisce nelle regioni premiando le eccellenze.
Oggi nel Lazio puoi fare questa scelta insieme a noi, dando forza alle idee,  alla voglia di fare buona politica vicina al cittadino, con spirito riformista e capacità di leggere i bisogni.
Noi di PROGETTO CAVE, vogliamo proporti una candidatura che unisce grande professionalità e grande umanità. Ti invitiamo a scegliere il cambiamento. Alle regione ( Scheda Verde ) Barra il simbolo del Partito Democratico ed esprimi la preferenza scrivendo MOSELLI, ovviamente il tuo voto automaticamente, servirà anche alla importante elezione di Nicola Zingaretti.




permalink | inviato da admin54 il 22/2/2013 alle 1:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

18 febbraio 2013

Andiamo a Firenze il 16 marzo 2013!







PROGETTO CAVE CON LIBERA

Continua il nostro impegno per LIBERA l'associazione antimafia di Don Luigi Ciotti.
Ci stiamo organizzando per partecipare alla grande iniziativa descritta di seguito, con tanti amici di Cave.

Comuncato:

Si svolgerà a Firenze il prossimo 16 marzo la diciottesima edizione della "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie", promossa dall'associazione Libera e Avviso Pubblico.
 
La Giornata della Memoria e dell'Impegno ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie. Oltre 900 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell' ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perchè, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere.
'Ma da questo terribile elenco - sottolinea Libera - mancano tantissime altre vittime, impossibili da conoscere e da contare'.

Per partecipare con noi, manda una  e-mail a:
prog.cave@libero.it






permalink | inviato da admin54 il 18/2/2013 alle 11:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 febbraio 2013

ProgettoCave per Domenico Moselli con tanti amici




Cave 10 febbraio (dal diario di bordo)

La campagna elettorale contiuna a regalarmi momenti di straodinaria partecipazione e condivisione.
Gli incontri con la società civile si moltiplicano e avvengono anche con modalità fortemente innovative.
La risposta cresce sempre di più al mio appello alla partecipazione. Si sente aumentare una voglia grandissima di una nuova Regione Lazio e di un nuovo orizzonte per il nostro territorio.
Domenica è stata una giornata piena di impegni, tra i quali ho avuto la possibilità di presiedere ad un incontro partecipatissimo a Cave.
I ragazzi che a Cave stanno supportando la mia candidatura hanno coinvolto tanti amici per un aperitivo in un noto locale della zona dove il divertimento si è unito alla buona politica.
Si è sviluppato un interessantissimo dibattito incentrato sulla proposta per La Regione Lazio, ma anche sulle problematiche della città di Cave, cercando di far conoscere i principi fondamentali del mio programma: ambiente, lavoro,sanità , trasporti, formazione.
Nella mia tappa di Cave sono stato accompagnato da Monica Gregori e l'On. Guido Milana che hanno spiegato insieme a me, l'importanza di una occasione che non può essere sprecata.
Davanti ai tanti ragazzi presenti ho preso impegni seri, che voglio siano verificati più volte nell'arco degli anni.

Dal sito: www.domenicomoselli.it




permalink | inviato da admin54 il 14/2/2013 alle 12:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

23 gennaio 2013

SU DECODER ON LINE

Cave. Un giovane precario scrive a Bersani

A Pierlugi Bersani, futuro premier.

Così ho deciso di intitolare il mio primo intervento su Decoder, una lettera al segretario del PD Pierluigi Bersani, il mio segretario, dal mio punto di vista, che è quello di un giovane precario come tanti giovani della mia età in una cittadina in provincia di Roma.

Sarebbe troppo semplice parlare di chi non deve governare questo paese e dei mille motivi che si porta dietro per questo preferisco scrivere i motivi che mi spingono a pensare che che la scelta giusta sia Pierluigi Bersani.

Oggi il nostro paese dalle sue più grandi realtà urbane e sociali a quelle più piccole come Cave, vive una crisi intensa e totale.

Ci saremmo finiti comunque anche con Prodi o con Bersani ciò è ovvio , la crisi è Globale e non locale, è legata a complessi equilibri economici che non sempre possono essere influenzati dalla singola nazione, ma c'è differenza nel governare anche le crisi, io sto dalla parte di chi pensa a chi in questo paese fa i conti per arrivare a fine mese e non agli interessi delle banche.

Di sicuro c'è un fatto, che l'Italia del centro sinistra puntava alla riduzione del debito quando ciò era possibile e quando ciò era quasi indolore.

Giusto ricordalo, perché al di là delle elezioni politiche al di là degli schieramenti c'è chi ha sempre saputo ragionare sui problemi e proporre soluzioni, e prima di parlare del dopo, del futuro è giusto parlare di chi è sempre stato dalla parte giusta, quella della ragione.

E ciò ci fa ragionare, appunto, sul prossimo anello della catena Bersaniana, la legittimità.

Al contrario di molti politici , che si attaccano alla poltrona e non parlano di niente per paura di perderla, Bersani è uno che si è messo in gioco.

Abbiamo nel Bel paese, un'inquietante tendenza ai partiti personali, noti o meno, il Pd ci sembra l'unico a non rientrare in questa categoria, primarie e parlamentarie.

Si dovrebbe avere, in un paese civile e democratico, familiarità con ciò che altro non è che politica pura, quella in cui il contatto con l'elettorato, lo scambio di opinione non sarà mai guerra ideologica. Bersani non è un'alternativa, è l'unica via sensata e rappresenta le eccellenze.

Scelgo il Partito e lo schieramento che al primo posto ci mette il lavoro, un argomento di cui in negli ultimi anni si è parlato male e poco.

Il lavoro di questi tempi globalizzati si fa con l'innovazione, con i nuovi strumenti, fibre ottiche per internet veloce , energie rinnovabili, sgravi fiscali per chi assume giovani e sgravi quinquennali per chi innova davvero il settore e rapportandosi con l'Europa, chiudendo le porte al banale e insensato antieuropeismo che invece è linfa vitale per tutti ed in particolare per le nuove leve, così ricche di energie nuove e proposte.

Con Bersani vorrei che il futuro governo parlasse alle imprese, quelle che sono state abbandonate in questi anni. Nello stakanovista veneto negli ultimi due anni almeno duecento imprese si sono trasferite un poco più a nord, in Carinzia, vecchia terra di conquista Romana, ora El Dorado per chi vuole produrre con una burocrazia che non stressa ma accoglie, in uno stato in cui le tasse le pagano tutti senza bisogno di tartassare i pochi timorosi che le pagano. Ci sarebbe bisogno di incentivare le imprese a rimanere qui e non andare in Austria, e sono sicuro che il prossimo governo lo farà.

A chi poi pensa che i politici siano tutti uguali, vale la pena ricordare chi in Italia ha aumentato il debito pubblico. Inoltre, il nostro candidato non è implicato in 70 provvedimenti giudiziari, ma al contrario fonda tutto sulla cultura della legalità.

Il futuro ora è in buone mani e credo che Pierlugi Bersani sia la persona giusta al momento giusto.

Alessandro D'Uffizi




permalink | inviato da admin54 il 23/1/2013 alle 14:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

27 settembre 2012

ProgettoCave a DECODER CAMPUS 2012

Gli aderenti a PROGETTO CAVE, hanno partecipato e animato le iniziative del Decoder Campus 2012 che si è svolto ad Anzio. Una esperienza altamente formativa e coinvolgente.
PDF

http://www.democraziaviva.com/decodercampus/images/stories/materiale/2012/manifesto.jpg
comunicato:

Decoder Campus torna con i suoi tre giorni di eventi e iniziative, confermando il suo principale interesse per le questioni di rilevanza politica, sociale e culturale dei nostri territori. E, come sempre, lo fa mettendo in primo piano il confronto diretto con i cittadini e la formazione delle nuove generazioni.

L'anno scorso il filo conduttore del Campus fu la "sfida" verso nuovi orizzonti, in particolare verso una politica alternativa a quella che ha determinato la crisi che ancora viviamo. Questa volta, invece, in primo piano c'è la "responsabilità" di saper affrontare una situazione instabile e delicata, che sta mettendo in seria difficoltà il Paese, al fine di unire idee e proposte per favorire la ripresa in modo immediato e ragionato.
Argomenti di rilevanza territoriale - in questa occasione strettamente legati all'area del litorale - saranno al centro delle discussioni dei numerosi eventi che caratterizzano il Campus. A temi economici e politici, di levatura nazionale e internazionale, si affiancano argomenti regionali o strettamente locali.
Occhi puntanti anche verso l'Europa, non solo in relazione alle tematiche del lavoro e della crisi economica per evidenziare, ancora una volta, la necessità di porre le basi e di coltivare la nascita di una vera e propria identità sovranazionale.




permalink | inviato da admin54 il 27/9/2012 alle 13:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo